Climate Income Now! Climate
Income
Now!

Che cos'è?
Il reddito climatico (a volte chiamato 'Carbon Fee and Dividend' è una potente soluzione climatica per ridurre le nostre emissioni. Impone una tassa sul carbonio sulla vendita di combustibili fossili e quindi distribuisce le entrate di questa imposta sull'intera popolazione come reddito mensile o pagamento regolare È stato adottato con successo in Canada e Svizzera, ha guadagnato un crescente interesse in tutto il mondo come approccio intersettoriale e socialmente giusto alla riduzione delle emissioni e alla lotta ai cambiamenti climatici.

Supporto















Climate Income ha il supporto ufficiale di 27 vincitori del Premio Nobel e migliaia di economisti. Lista completa Qui e Qui.

Negli Stati Uniti, è stato proposto un progetto di legge legale per il reddito climatico nel 2019 e diversi candidati presidenziali per il 2020 hanno il reddito climatico nella loro agenda.

È giunto il momento per l'Europa di recuperare il ritardo!

studi:
Regional Economic Models Inc./REMI (Qui):

Un reddito climatico porterebbe notevoli benefici ambientali, sanitari ed economici

Ridurrebbe le emissioni del 50%, creerebbe 2,8 milioni di posti di lavoro e impedirebbe 230.000 morti premature a causa di una migliore qualità dell'aria


IIASA (International Institute for Applied Systems Analysis) (Il 90% delle famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà registrerebbe un aumento del reddito.):

Il 90% delle famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà registrerebbe un aumento del reddito.

Complessivamente, almeno il 58% della popolazione riceverebbe di più dal reddito climatico rispetto all'aumento della spesa dovuta all'imposta sul carbonio.



Citazioni selezionate:
The Washington Post:

"approccio win-win per le persone e l'ambiente"


Citizens' Climate Lobby Household impact study:

"I guadagni sono concentrati tra i più vulnerabili nella nostra società: quelli con redditi più bassi, i più giovani e più vecchi e le minoranze."

Inside Climate News:

"In Francia, massicce proteste hanno costretto il presidente Emmanuel Macron a ritirarsi da una tassa sul carburante ambientale che avrebbe utilizzato tutte le entrate per ridurre il deficit del bilancio nazionale."

"Quindi è chiaro che i proventi devono essere restituiti al popolo affinché una tassa sul carbonio sia politicamente praticabile e popolare"

Carbonmarketwatch.org:

"Restituire denaro direttamente ai cittadini, come nel caso della Svizzera e del Canada, ad esempio, può persino ridurre la disuguaglianza restituendo più denaro alle persone più povere di quanto non abbiano inizialmente contribuito."